Contatti

 


La Mediateca all'interno della Biblioteca P.Albino di Campobasso rappresenta a tutt'oggi l'installazione più significativa del Piano d'Azione Mediateca 2000.

Il progetto di massima della Mediateca, redatto dalla direzione della Biblioteca sulla scorta dei principi formativi del Piano d'Azione, è articolato in diverse sezioni, alcune innovative, altre integrative a quelle già esistenti nella Biblioteca Albino.

Descrivere in poche righe le funzionalità della Mediateca della Biblioteca Albino è impossibile. Ci limitiamo ad un'elencazione in cui vengono indicati gli elementi principali di ogni singola area.

area reference:

All'interno del bancone dell'operatore è collocata la postazione con il software Willer per l'emissione di nuove tessere, la gestione dei pagamenti e delle ricariche. Nell'atrio sono state collegate 4 nuove stazioni di consultazione Opac in aggiunta alle esistenti, collegate a stampanti per stampe immediate. Un monitor Display, in collegamento sia con la mediateca che con l'auditorium, informa gli utenti delle attività in corso.


area consultazione:

14 postazioni a disposizione degli utenti per ricerche in internet e consultazione CD-Rom e ascolto visione di programmi e documenti audiotelevisivi. Una postazione con il Kit Audiologic, munita di sintesi vocale, è in grado di leggere i documenti passati su uno scanner collegato.
Un'altra postazione è munita di sintesi con software per la lettura dello schermo, adatta alla navigazione in internet dei non vedenti.

La postazione operatore è completa del software manager C-Dylan per la consultazione dei CD-Rom in rete, sviluppato da Elvis elettronica.
La postazione regia è delimitata da un ampio bancone attrezzato e cablato.
Tre stampanti sono a disposizione degli utenti, unitamente ad un masterizzatore per il trasferimento di documenti complessi.




area editing:

È stato allestito un laboratorio digitale per l'acquisizione di documenti, foto e filmati completo delle più evoluti dispositivi di input oggi disponibili, oltre che di stampanti di grande formato e masterizzatori per CD e DVD.

 

 



area didattica:
Una sala dedicata all'effettuazione di corsi di formazione, sia per il personale interno che per utenti esterni, è stata attrezzata con PC dell'ultima generazione, schermo, videoproiettore, stampante di rete e collegamento internet.


area server:
Le basi dati multimediali sono memorizzate in un potente server in tecnologia Raid, che affianca quello contenente le basi dati del catalogo e il prossimo arrivo: il server del polo SBN. Elviselettronica ha eseguito in collaborazione con CG Soluzioni Informatiche la conversione dei dati in CD Rom dei tre fondi digitalizzati in possesso alla biblioteca: Periodici Molisani, Fondo Musicale Pepe e Raccolta Eliseo: ora i database e le immagini sono accessibili on line da qualunque postazione della Mediateca, e tra breve anche in rete Internet.


area dei servizi di comunicazione:

La sala auditorium della Biblioteca P. Albino è una delle più utilizzate della città. Con le nuove attrezzature, inserite con la mediateca, è in grado di supportare qualunque evento di comunicazione, dal semplice recital alla videoconferenza. Il sistema di cablaggio permette qualunque combinazione nel flusso dei segnali in entrata ed in uscita. La qualità tecnica delle riprese effettuate con telecamere e mixer digitali consentono di ottenere documenti audiovisivi ad alto valore aggiunto, che andranno ad incrementare il patrimonio della mediateca, oltre ad essere disponibili per eventuali riproduzioni. L'auditorium è collegato e può ricevere o inviare segnali alla regia della Mediateca, che li può smistare nelle varie aree, postazioni comprese.
Ogni evento può essere registrato in forma analogica o digitale, conservato, duplicato o diffuso nel Web sia dalla cabina di regia dell'auditorium che dalla regia della Mediateca.


Ma non è solo la quantità delle apparecchiature installate che colloca la Mediateca della Biblioteca Albino tra le più complete oggi esistenti nel panorama italiano. Spesso si definiscono "mediateche" solo normali reti di computer multimediali. In questa, come nelle altre nostre installazioni, l'integrazione tra documenti, eventi audiovisivi, memorie digitali, è portata a livelli raramente riscontrabili, grazie alla capacità di chi sa fondere in un progetto unitario il mondo audiovisivo e quello informatico.

Si tratta di una realizzazione che può servire da esempio quando si desidera dotare una biblioteca o un centro culturale di attrezzature e funzioni veramente multimediali.

Comunque, visto che è usanza, ecco alcuni numeri:

20 postazioni di consultazione individuali
3 postazioni operatori
5 stampanti laser
3 stampanti a getto d'inchiostro
210 GB di spazio Server
140 GB di spazio editing
48 porte switch 10-100
650 Watt di potenza auditorium
2 videoproiettori
10 le linee audio e video in uscita dall'auditorium
5 milioni i pixel della fotocamera
4000 i punti per pollice del film scanner
3 masterizzatori CD e DVD
6 videoregistratori S-VHS
5 lettori DVD
2 ricevitori satellitari